Museo ArcheologicoMuseo archeologico di Albano Laziale

All’interno di uno splendido parco, con sede nell’edificio neoclassico di Villa Ferraioli, si trova il Museo Archeologico di Albano.

Il museo è rifinito con delle splendide decorazioni interne, realizzate con stile classico-rinascimentale da Giovan Battista Caretti.

Costo singolo: € 3,00

Per ogni monumento o museo in aggiunta: € 2,50

Scopri tutte le tariffe per le diverse categorie cliccando qui.

La storia

Presentandosi con una facciata dotata di un avancorpo centrale a forma di pronao tetrastilo ed ornata da un frontone illustrante il mito di Cerere che insegna l’agricoltura a Trittolemo, il museo ci introduce così alle splendide decorazioni interne, realizzate con stile classico-rinascimentale da Giovan Battista Caretti. Le 23 stanze sono articolate su tre piani, esponendo all’interno una serie di reperti archeologici risalenti a periodi storici differenti, che vanno da un più recente medioevo, sino all’antichissimo paleolitico. Importantissimi i reperti della fauna paleolitica, risalenti all’età della pietra (300.000 – 30.000 anni fa). Inoltre spiccano nel repertorio del museo i vari manufatti dell’età del bronzo e quelli che concernono il periodo di maggior splendore della Civiltà Laziale(Periodo “Albano” XI – IX sec. a.C.). L’età arcaica viene indicata dalla presenza di una testa policroma V sec. a.C. rappresentante un guerriero latino e da un altorilievo templare raffigurante una danza di menadi e satiri. Quanto a presenze archeologiche, invece, il periodo repubblicano-imperiale viene rappresentato da una serie di oggetti votivi provenienti dai santuari arcaico-repubblicani della zona, e da una serie di oggetti appartenenti alla vita quotidiana, suddivisi fra loro in base alle differenti tematiche. Successivamente le sale vanno a documentare la presenza di numerose ville imperiali nella zona quali la villa di Cavallacci, nella quale è stata rinvenuta la testa marmorea di Tiberio Gemello, oppure la villa di Pompeo Magno, che ha donato a noi parecchi reperti marmorei di gran valore, e per finire la villa presso Cancelliera, luogo di provenienza della testa della statua di Faustina Maggiore. Per completare la visita non resta che godersi i vari punti video ed il ricco sistema didattico presente nel museo; va ammirata inoltre la collezione di grafica antica, con autori che spaziano dal ’600 al ’900, con un numero molto alto di opere di Giovan Battista Piranesi.

Vuoi scoprire cosa puoi prenotare?

Una raccolta di alcune delle bellezze che puoi trovare nei territori di Albano Laziale, Lanuvio e Nemi. Un viaggio tra storia e natura da vivere grazie al Consorzio Enolan.

Un progetto volto alla creazione di una sinergia di territori limitrofi, con lo scopo comune di valorizzare un patrimonio storico/paesaggistico ed enogatronomico di enorme valore

placeholder
Davide Battista
Consulente, Enolan

Vuoi visitare questo sito appartenente al circuito Enolan? Rivolgiti a uno degli associati e

Questo sito web utilizza i cookies e raccoglie alcuni dati di navigazione per migliorare la tua esperienza.