Palazzo Savelli

Palazzo Savelli è un palazzo nobiliare di Albano Laziale, attualmente sede del Comune di Albano Laziale.

Costruito nel Medioevo come fortezza lungo la via Appia, nel corso dei secoli si espanse occupando una vastissima superficie, inglobando i ruderi della Porta Pretoria e anche la Chiesa di San Pietro Apostolo, dietro alla quale era annessa la cappella di iuspatronatus della famiglia Savelli.

La storia

Dopo l’acquisizione di Albano da parte della Camera Apostolica (1699) il palazzo divenne in parte sede del Governatorato e in parte residenza nobiliare concessa come residenza per la famiglia Stuart. Parte del palazzo venne abbattuta in seguito ai lavori di ampliamento della via Appia eseguiti tra il 1789 ed il 1791 ed il 1854. Nel 1870, dopo l’annessione del Lazio al Regno d’Italia, divenne sede del Comune di Albano, e fino a qualche anno fa anche della Pretura di Albano (che dagli anni ’30 accorpa anche quella di Marino). All’interno, sono da notare la grande scalinata che porta al piano nobile e la Sala Nobile, usata come aula consiliare, attualmente in ristrutturazione.

Vuoi scoprire cosa puoi prenotare?

Una raccolta di alcune delle bellezze che puoi trovare nei territori di Albano Laziale, Lanuvio e Nemi. Un viaggio tra storia e natura da vivere grazie al Consorzio Enolan.

Un progetto volto alla creazione di una sinergia di territori limitrofi, con lo scopo comune di valorizzare un patrimonio storico/paesaggistico ed enogatronomico di enorme valore

placeholder
Davide Battista
Consulente, Enolan

Vuoi prenotare in uno dei luoghi appartenenti al circuito Enolan?

Questo sito web utilizza i cookies e raccoglie alcuni dati di navigazione per migliorare la tua esperienza.